A SCUOLA DI LIBERO PENSIERO

Dal 2014, nell’ambito delle Giornate della laicità, nelle scuole superiori di Reggio Emilia e provincia viene realizzato il progetto “A scuola di libero pensiero”: decine di incontri con studiosi, ricercatori, filosofi e scienziati, al fine di sviluppare percorsi culturali per promuovere lo spirito critico e la formazione scientifica di base degli studenti che vi partecipano. L’obiettivo principale è quello di dare un contributo alla crescita di giovani consapevoli dei propri diritti e doveri, che rifiutino l’indifferenza e la passività: cittadini con senso civico, in grado di assumere la responsabilità individuale delle proprie scelte, di pensare con la propria testa, di conquistare l’indipendenza e l’autonomia morale.

Il progetto coinvolge ogni anno circa 2.000 studenti e si articola in due filoni:

“Insegnare la scoperta scientifica”, da un progetto di Telmo Pievani, per educare i giovani al metodo scientifico e ai processi mentali dinamici alla sua base, in un’ultima istanza alla “scoperta”. In questo modo l’educazione scientifica coglie, al contempo, i contenuti della scienza (i suoi prodotti) e il metodo scientifico per raggiungerli (i suoi processi);

“Critical minds. Esercizi di libero pensiero”, su proposta di Enrico Donaggio, per sviluppare percorsi di approfondimento sul pensiero critico, la consapevolezza e la cittadinanza attiva, per educare alla libertà di azione e pensiero al di là dei conformismi. Nel 2019, nell’ambito di questo percorso, è stato sviluppato uno specifico ciclo di incontri sul tema della creatività, intesa come atteggiamento mentale profondamente laico.

In questi anni hanno partecipato al progetto: Telmo Pievani, Enrico Donaggio, Collettivo La Boetié, Roberta de Monticelli, Carlo Alberto Redi, Manuela Monti, Leonard Mazzone, Dimitri D’Andrea, Mirko Alagna, Sergio Marchini, Giuliano Grignaschi, Federico Baglioni, Michele Bellone, Alberto Mantovani, Marco Ferrari.

L’edizione 2020 di “A scuola di libero pensiero” ha raggiunto migliaia di studenti delle scuole secondarie di secondo grado di Reggio Emilia e provincia, in particolare: Liceo scientifico Aldo Moro, Ipsss Galvani Iodi, Liceo classico-scientifico statale Ariosto Spallanzani, Istituto Silvio D’Arzo (Sant’Ilario d’Enza), Liceo Matilde di Canossa.

Al progetto “A scuola di libero pensiero” è associato un bando per l’assegnazione di premi di merito per gli studenti che assisteranno agli incontri e parteciperanno presentando i loro elaborati sui temi affrontati. La premiazione dei vincitori è in programma nel corso delle Giornate della laicità, in un momento specifico pensato per le scuole.